Cosa può imparare Microsoft dal file system di Apple

Cosa può imparare Microsoft dal file system di Apple

Nel sistema operativo di Apple 10.7 "Lion", ci sono un paio di funzionalità da cui Microsoft potrebbe imparare.

Innanzitutto, in Lion, Apple ha modificato sottilmente il modo in cui funziona il file system. È costruito sul motore di backup della macchina Time e ora ti consente di memorizzare un sacco di versioni di backup dei tuoi file e farlo automaticamente.

Ancora meglio, toglie la necessità di salvare qualsiasi cosa, perché il sistema operativo lo fa per te. Migliora ancora: qualsiasi file di documenti che abbia più di due mesi viene automaticamente bloccato come di sola lettura, per il fatto che questo non è più un documento corrente che si modifica.

Bloccare automaticamente il file può impedire a quelle strane modifiche che si verificano a file che non sembrano più bene, ma non sei sicuro di cosa sia successo a loro. Se si desidera modificare un file più vecchio bloccato, fai clic sulla barra del titolo dell'applicazione e scegli di creare una nuova versione del file, oppure copialo con un nuovo nome.

In un solo passaggio Apple ha introdotto il controllo della versione e il controllo storico adeguato al file system. Ancora meglio, con i prossimi servizi iCloud, questo verrà automaticamente sincronizzato al cloud e a tutti i tuoi dispositivi, sia che si tratti di macchine desktop OS X o dispositivi iOS.

Questo significa. Voglio annullare questi cambiamenti? Basta fare clic e tornare a una versione precedente utilizzando un'interfaccia simile a quella utilizzata da Time Machine.

Ora chiediti questa domanda: potresti avere queste cose oggi, altrimenti potresti aspettare fino al 2012 che un nuovo dialogo Copia di file arrivi in ​​Windows 8? Quale azienda sta spingendo i confini nella progettazione e l'implementazione del file system, in un modo focalizzato sul semplificare il lavoro degli utenti? E anche più sicuro?

Automatore

Una caratteristica che non è nuova per Lion, ma è in circolazione da molto tempo è Automator. È davvero una potenza nascosta per il file system e non posso consigliare abbastanza fortemente da dare una lunga occhiata a questa utilità.

Lo uso come parte del mio lavoro quotidiano per anni, ed è una di quelle cose che mi fa urlare ogni volta che devo sedermi davanti a un desktop di Windows 7 - perché Windows non può fare ciò che Automator fa?

L'idea di base dietro Automator è quella di introdurre la gestione degli eventi nel file system, ad esempio, in modo che una cartella possa avere un gestore di eventi aggiunti ad esso.

L'idea alla base di Automator è quella di introdurre la gestione degli eventi nel file system

Per dare un esempio del mondo reale, immagina di far cadere un file fotografico grezzo in una determinata cartella: quando lo fai, quel file grezzo viene automaticamente ridimensionato, bilanciato del colore, inserito in un nuovo documento e quindi inviato via email a un indirizzo e-mail predefinito.

Tutta questa attività è semplicemente attivata da una caduta di file. Uso Automator per un sacco di cose semplici come il ridimensionamento della grafica per l'uso online, la conversione tra diversi formati di file, la raccolta di cose che vengono poi zippate e inviate in una e -mail a un cliente come un pacchetto zippato. Vuoi applicare un intero lotto di nuovi metadati a un sacco di file PDF in una volta sola? Banale.

Tutte le buone applicazioni OS X supportano le azioni dell'automatore e le pubblicano nel suo framework. Avviare l'automatore stesso e troverai due pulsanti principali chiamati Azioni e variabili.

Le azioni sono un buon punto di partenza. Ti dà una visione della biblioteca di tutte le "cose" nel tuo sistema: calendario, contatti, sviluppatori, documenti, file e cartelle, caratteri, internet, posta, film, musica, pdf, foto, presentazioni, testo, utility e altri.