Come normalizzare i dati nei fogli di Google

Come normalizzare i dati nei fogli di Google

Se stai lavorando con set di dati più grandi nei fogli di Google, il confronto dei valori variabili può essere un processo noioso. Fortunatamente, la normalizzazione è un metodo statistico che ti aiuterà a ordinare valori complicati in set di dati facili da fare.

Questo articolo spiegherà cos'è la normalizzazione e come puoi normalizzare i dati nei fogli di Google per benefici statistici.

Come normalizzare i dati nei fogli di Google

Supponiamo di avere alcuni valori numerici nelle cellule che vanno da A2 a A50. Per normalizzare quell'intervallo in valori tra X e Y, ecco cosa devi fare:

  1. Se il tuo primo punto dati è in A2, il primo valore normalizzato può essere trovato utilizzando questa formula:
    (Y-x)*((a2-min ($ a $ 2: $ a $ 50))/(max ($ a $ 2: $ a $ 50) -min ($ a $ 2: $ a $ 50)))+y
    Usa i valori numerici per X e Y direttamente.

  2. Una volta che hai inserito la formula per il primo numero, sposta il cursore del mouse sulla parte inferiore della cella fino a diventare una croce. Quindi, premere e trascinare il cursore verso il basso per riempire le righe rimanenti con la formula. I fogli di Google sostituiranno automaticamente A2 con il numero di riga corrispondente per le celle rimanenti, mentre tutto dietro $ simboli non cambierà.

  3. Se si desidera fare riferimento ai valori di xey da altre celle nei fogli, è necessario mettere $ s prima della riga e della colonna delle celle in cui si trovano i valori (ad esempio, $ D $ 5) o copiare la formula potrebbe darti un errore di analisi o risultati sbagliati.

  4. I tuoi dati saranno ora normalizzati tra i valori X e Y.

Normalizzare i tuoi dati è un ottimo modo per valutare le differenze tra due set di dati con valori minimi e massimi diversi.

Come utilizzare i fogli di Google come database

Ogni database è essenzialmente una tabella di grandi dimensioni (o molte tabelle connesse), governata da un sistema di gestione del database. Se stai lavorando con un set di dati relativamente piccolo che non è necessario ridimensionare troppo, i fogli di Google possono essere utilizzati come database.

Se vuoi iniziare a utilizzare i fogli di Google come database, dovrai avere uno sfondo nella programmazione di base. Avrai anche bisogno di un'API per rendere compatibile il foglio con SQL e Python. Mentre Google offre un'API completa per i suoi servizi, potrebbe essere un po 'troppo da gestire. Pertanto, raccomandiamo fogli 2api o autocodo per risolvere il bisogno dell'API. I Servizi API forniranno la connessione e le autenticazioni necessarie per collegare i tuoi fogli Google come database e offrire endpoint sufficienti per abilitare il flusso di lavoro del database corretto.

Il principale vantaggio dell'utilizzo di fogli Google come database è che puoi sempre avere una panoramica visiva di tutti i dati. Poiché Google Sheets è disponibile come app per dispositivi mobili ed è compatibile con la maggior parte dei browser e dei sistemi operativi, è possibile accedere al tuo database da qualsiasi parte del mondo. È inoltre possibile visionare direttamente e modificare i dati nel foglio stesso, anziché utilizzare il codice per eseguire una query tramite il database per apportare modifiche.

Tuttavia, Google Sheets ha i suoi limiti alla gestione del database. Per uno, c'è una netta mancanza di funzioni relazionali. I database sono generalmente composti da molte tabelle che utilizzano chiavi estere per comunicare tra loro, un processo che semplicemente non esiste in un singolo foglio di calcolo.

Se vuoi dare un'occhiata a un esempio, considera i dipartimenti della tua azienda. In un foglio di calcolo, questi di solito verrebbero appena digitati. Tuttavia, ciò non è saggio per un set di dati più ampio. Nei database, avresti una tabella separata per i dipartimenti aziendali, con ciascun dipartimento numerato di conseguenza. Faresti riferimento al numero del dipartimento nei dati su un dipendente, utilizzando una chiave estera. Avere una tabella di dipartimento separata consente di apportare modifiche dirette ai dipartimenti stessi senza eseguire le modifiche durante l'intero database.

Inoltre, i fogli di Google possono archiviare solo cinque milioni di celle alla volta. Mentre questo potrebbe sembrare un numero elevato, anche le aziende di medie dimensioni possono avere database che vanno bene oltre questo limite. Inoltre, raggiungerai i problemi di prestazione molto più velocemente prima di raggiungere il limite di cella. Con un ridimensionamento apparentemente lineare tra il numero di celle e le prestazioni, avrai ritardi significativi quando si lavora con un database contenente 100 mila celle.

FAQ aggiuntive

Puoi inserire dati nei fogli di Google?

L'API incorporata di Google ti consente di inserire una tabella direttamente dai file. Lo strumento di importazione file supporta le seguenti estensioni:

• .XLS

• .xlsx

• .XLSM

• .xlt

• .xltx

• .xltm

• .ODS

• .CSV

• .TXT

• .Tsv

• .scheda

Inoltre, il software di terze parti di solito ha integrazioni con fogli Google. SHEETS2API e AutoCode, di cui abbiamo discusso in precedenza, hanno entrambi soluzioni API per fornire l'inserimento dei dati nelle tabelle esistenti.

È inoltre possibile utilizzare la funzione ImporTrange per inserire i dati da un foglio di Google a un altro.

Google ha anche istruzioni di scripting per scrivere contenuti in un foglio di calcolo.

Se riesci a trovare una soluzione API che funzioni per te, puoi facilmente inserire dati nei fogli di Google una volta che li hai collegati alla tua piattaforma.

Come riposo i dati nei fogli di Google?

Google Sheets offre diverse soluzioni per la pulizia e l'ordinamento dei dati.

Se stai utilizzando i moduli di Google per raccogliere i risultati del sondaggio, è possibile impostare i moduli per incollare automaticamente le risposte in un foglio di calcolo, piuttosto che incollare manualmente i dati.

Google Sheets ha anche una funzione di convalida dei dati. Se si va a Data> Convalida dei dati, è possibile impostare funzionalità di convalida per prevenire valori errati. Ad esempio, puoi fare un elenco di elementi che possono essere messi in una colonna particolare e provare a inserire qualsiasi altra cosa comporterà un errore.

Google Sheets ha anche opzioni "Rimuovi duplicati" e "Trim Whitepace". Ciò rimuoverà eventuali valori aggiuntivi e spazi bianchi dalle righe e dalle celle.

Se si desidera incollare più dati organizzati dalle pagine online, utilizzare impothtml o importxml per ottenere le informazioni necessarie da una pagina web, senza il disordine aggiuntivo.

Cosa significa normalizzare i dati?

Nelle statistiche, la normalizzazione dei dati consentirà di rendere più comparabili set di dati vari.

Quando si normalizza i dati, è possibile modificare l'intervallo di valori numerici originale in un intervallo di tua scelta. Ad esempio, puoi normalizzare diversi metodi di punteggio nello stesso intervallo di valori per confrontarli tra loro.

La normalizzazione di un valore x che proviene da un intervallo (y, z) a un intervallo (a, b) viene eseguita dalla seguente formula:

X_Normalized = (B - A) * ((X - Y) / (Z - Y)) + A

La normalizzazione dei dati è utile quando i set di dati originali non hanno valori puliti. Ad esempio, la standardizzazione degli intervalli a (0.100) può aiutare a fornire una rapida panoramica dei punteggi indipendentemente dal valore massimo dei punteggi stessi.

Un ulteriore metodo statistico nella valutazione dei dati è la standardizzazione. Questo mette i valori numerici originali per avere una media di 0 e una deviazione standard di 1. I valori standardizzati sono spesso chiamati punteggi z.

Google Sheets ha una funzione che ti consente di standardizzare un set di dati. La funzione standardizzata (x, media, standard_dev) metterà il valore numerico, x, nella sua forma standardizzata. È possibile utilizzare la funzione media (intervallo) per ottenere il valore medio dei dati nella tabella e utilizzare la funzione ST_DEV (intervallo) per calcolare la deviazione standard del set di dati.

L'interpretazione dei dati standardizzati è un po 'diverso. Ad esempio, un numero standardizzato di -1.5 significa che il valore originale è inferiore alla media di 1.5 volte la deviazione standard del set.

La standardizzazione può essere utile per confrontare i valori di diversi set di dati con diverse aspettative e mezzi. Poiché una standardizzazione mette sempre la media su 0 e una deviazione a 1, i valori effettivi presentati nel set di dati non interferiscono con il confronto.

L'analisi statistica può anche trasformare un set di dati per adattarsi a una particolare distribuzione, ma questa è una caratteristica statistica avanzata che non sarà coperta in questa guida.

Nuovo normale

La normalizzazione dei set di dati è uno strumento incredibilmente utile nell'analisi dei dati e i fogli di Google offrono una soluzione rapida per normalizzare i dati numerici. Inoltre, puoi utilizzare fogli Google come piccolo database, se non lavori con quantità straordinarie di set di dati per il tuo lavoro. Le integrazioni Google Sheets hanno con il software di terze parti lo rendono adatto a una vasta gamma di settori. Tuttavia, i database adeguati saranno molto più scalabili.

Che tipo di informazioni di solito normalizzano nei fogli di Google? Stai usando fogli Google per il tuo database? Facci sapere nella sezione commenti qui sotto.