Gigante grafico

Gigante grafico

L'acquisizione di Macromedia da parte di Adobe potrebbe comportare la più grande riduzione dell'industria del software creativo per un decennio, perché questi due giganti hanno, attraverso una sequenza di fusioni e acquisizioni, di dominare i toolkit della maggior parte dei grafici, che si tratti di Lavorare nelle industrie editoriali, stampate o multimediali. La sinergia tra le aziende è deliziosa: i prodotti Photoshop e Illustrator di Adobe hanno cucito il mercato della produzione di stampa, mentre la combinazione di Dreamweaver di Macromedia, contribuisce e flash è ora onnipresente come un toolkit di sviluppo web professionale. Relativamente pochi prodotti all'interno dei rispettivi cataloghi competono direttamente e con quelli che lo fanno è abbastanza ovvio quale prodotto morderà la polvere. Per quanto posso amarlo, i fuochi d'artificio non possono competere con Photoshop e Freehand è uno strumento molto inferiore per illustratore. E perché Adobe continuerà con Golive quando ora ha l'eccezionale duo di Dreamweaver e contribuirebbe nella sua stalla?

Ci sono molti prodotti che mi interessano come sviluppatore di prodotti multimediali: da Adobe's Range, The Adobe Audition Sound Recorder/Editor e The Fabulous Adobe Premiere Video Editor; Dalla gamma di Macromedia, Flash, Direttore e Captivate. L'audizione è una versione leggermente aggiornata di Cool Edit Pro e spero che le maggiori risorse del nuovo Adobe vedranno un nuovo sviluppo su un prodotto che è rimasto in gran parte invariato negli ultimi anni. Lo stesso si può dire del direttore: la comunità del regista ha a lungo creduto che Macromedia abbia trascurato questo prodotto dall'aggiunta di funzionalità 3D nella versione 8.5, e questo è un vero peccato. Credo che il direttore sia il software di sviluppo più sottovalutato in circolazione in circolazione, e non solo per presentazioni multimediali (ci sono davvero una serie di strumenti migliori in giro se questa è la tua intenzione).

La vera forza del regista sta nel raggiungere il complesso e insolito. Ad esempio, voglio creare un'applicazione modesta che visualizza enigmi di parole e consente all'utente di inserire le loro risposte (tra le altre informazioni). Ho guardato le mie opzioni quando si tratta di codificare tale applicazione e le scelte sono sorprendentemente poche, ma il regista è importante in questo gruppo selezionato. Il mio pensiero immediato era di usare Visual Basic .Net, come ho usato VB dal rilascio della versione 1 quasi 15 anni fa e conosco tutte le versioni fino a 6 come il retro della mia mano. Mi sono dilettato con VB .Netto dalla sua uscita qualche anno fa, ma il suo problema più grande è l'infernale .Framework net (questo è lo scheletro sottostante su cui si trova il codice, sostituendo le miriadi di DLL necessarie per supportare-.Applicazioni nette). Tuttavia, le sue dimensioni enormi lo rendono totalmente poco pratico come prerequisito per l'installazione di un'utilità così piccola che avevo in mente, soprattutto perché è destinato a essere disponibile per il download. Il fatto è che troppo pochi tra il mio potenziale pubblico hanno l'installazione dell'ultima versione del framework, ed è troppo chiedere loro di dar con tagliare un download di 20 MB prima che possano installare il mio programma da 1 MB.

Un'altra opzione sarebbe quella di tornare al buon vecchio VB 6, che ha il vantaggio per me di familiarità immediata e so che è capace di tutto ciò che voglio. VB 6 necessita ancora di una gamma di file di runtime, ma almeno solo quei componenti utilizzati dall'applicazione in questione devono essere installati. In realtà sono scoraggiato da questa soluzione dal fatto che sembra un passo all'indietro usare uno strumento di programmazione che ha quasi un decennio. Se ho intenzione di dedicare molto tempo a questo, voglio acquisire una nuova abilità che sarà utile a lungo termine.